Rientro del lavoratore guarito da Covid-19: le regole

Rientro del lavoratore guarito da Covid-19: le regole

Il Ministero della Salute ha emanato una nuova circolare che chiarisce la procedura di riammissione in azienda dei lavoratori guariti dal Covid-19. Ecco tutto ciò che devi sapere.

Lavoratore positivo con sintomi gravi e ricovero ospedaliero
Le persone colpite gravemente da Covid-19 possono presentare, nel periodo successivo alla guarigione, ridotte capacità polmonari e un protrarsi di sintomi più o meno lievi. Chi rientra in questa casistica, quindi, al rientro in azienda deve presentare test molecolare negativo ed effettuare la visita medica prevista dall’art. 41, c.2 lett. e-ter del D.lgs. 81/08 e s.m.i., per verificare l’idoneità a svolgere la propria mansione, indipendentemente dalla durata di assenza per malattia.

Lavoratore positivo sintomatico
Il lavoratore positivo al Covid-19 che ha presentato uno o più sintomi della malattia può rientrare al lavoro dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi, e previa presentazione di test molecolare negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi.

Lavoratore positivo asintomatico
Chi è colpito dal Covid-19 ma non sviluppa sintomi può rientrare al lavoro dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività, presentando test molecolare negativo. Il lavoratore la cui guarigione sia certificata da tampone negativo e che abbia contemporaneamente nel proprio nucleo familiare convivente casi ancora positivi, non deve osservare la quarantena alla stregua di contatti stretti, ma può essere riammesso al lavoro.

Lavoratore positivo a lungo termine
Il lavoratore positivo ai test oltre il 21esimo giorno, anche senza sintomi, può interrompere l’isolamento ma rientrerà al lavoro solo dopo aver presentato test molecolare o antigenico negativo effettuato in struttura accreditata/autorizzata dal servizio sanitario.

Lavoratore contatto stretto asintomatico
Il lavoratore che sia un contatto stretto di un caso positivo può rientrare in azienda solo dopo almeno 10 giorni di quarantena dall’ultimo contatto con la persona positiva, presentando test molecolare o antigenico negativo.

Contattaci per chiarimenti o per una consulenza Covid ad hoc