Aggiornato il protocollo anti-Covid, cosa devi sapere

Aggiornato il protocollo anti-Covid, cosa devi sapere

Il 6 aprile è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Il protocollo aggiorna le precedenti misure, tenuto conto dei vari provvedimenti adottati in questo anno dal governo e di quanto emanato dal Ministero della salute.

Ecco alcuni dei punti salienti del nuovo protocollo:

– I lavoratori positivi oltre il ventunesimo giorno saranno riammessi al lavoro solo a seguito della negativizzazione del tampone (molecolare o antigenico), effettuato in struttura accreditata o autorizzata dal servizio sanitario.

– Le procedure di pulizia e sanificazione periodica dei locali devono essere effettuate ai sensi della circolare del ministero della salute n. 17644 del 22/5/2020.

– In tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro al chiuso o all’aperto, è comunque obbligatorio l’uso delle protezioni respiratorie. L’uso non è necessario solo nel caso in cui le attività vengano svolte in condizioni di isolamento.

– Viene ribadito il divieto di effettuare la formazione in presenza salvo i casi previsti dalle specifiche deroghe (ad esempio per i corsi in materia di salute e sicurezza).

– Viene indicato che la sorveglianza sanitaria deve tendere al completo ripristino delle visite mediche previste, salvo che sia consentito operare nel rispetto delle misure igieniche raccomandate dal Ministero. In più, viene ufficializzata all’interno del protocollo la visita medica di rientro per i lavoratori risultati positivi al tampone con ricovero ospedaliero, indipendentemente dalla durata dell’assenza per malattia.

Contattaci per una consulenza Covid ad hoc per la tua attività