Quanti dei tuoi dipendenti hanno accesso ai dati dell’azienda?

Quanti dei tuoi dipendenti hanno accesso ai dati dell’azienda?

Secondo un rapporto ufficiale, nelle piccole e medie imprese il 48% dei dipendenti ha un livello di accesso ai dati aziendali eccessivo rispetto a quello effettivamente necessario per svolgere le proprie mansioni.

Ancora più allarmante, è che il 12% delle imprese prese in esame riferisce che i propri dipendenti hanno accesso a tutti quanti i dati dell’azienda senza alcuna restrizione, e questo espone a rischi anche molto seri.

In questa situazione, qualsiasi dipendente scontento o infedele potrebbe infatti sottrarre, contraffare, cancellare o criptare dei dati aziendali anche molto importanti. Cosa fare?

Realizzando una policy aziendale di classificazione dei dati, sarà possibile identificare i tipi di dati che la tua azienda possiede e tratta, determinando chi può accedervi e proteggendo le informazioni in modo adeguato. Ulteriore vantaggio: così ridurresti anche i costi e aumenteresti la consapevolezza dei dipendenti sulla sicurezza aziendale.

Dato che l’80% delle aziende non sa dove si trovano questi dati e neanche come circolano attraverso la propria rete informatica, tale policy può peraltro aiutarti a organizzare e tenere traccia dei dati aziendali importanti, con la possibilità di designare uno o più dipendenti come responsabili per garantire l’accesso solo alle persone autorizzate.

Vivendo nell’era della data economy, attuare strategie sulla sicurezza dei dati per ridurre al minimo il rischio che essi finiscano nelle mani sbagliate è responsabilità di ogni imprenditore.

Affidati ai nostri tecnici privacy per individuare le modalità di protezione dati più adatte al tuo caso e per migliorare il livello di sicurezza della tua azienda!

error: Contenuto riservato. Copyright ConsulGroup