Locali aziendali in affitto: chi ha la responsabilità in caso di inadeguatezza?

Locali aziendali in affitto: chi ha la responsabilità in caso di inadeguatezza?

La Corte di Cassazione ha chiarito che chi prende in affitto un’azienda assume l’obbligo di garantire la sicurezza degli spazi dove si svolgono le attività lavorative, a prescindere da quanto indicato nel contratto di affitto.

Ne consegue che il gestore dell’attività può essere multato in caso di utilizzo di spazi di lavoro non conformi alle norme di sicurezza.

I locali vengono ceduti nello stato in cui si trovano ed è chi affitta che si sobbarca gli obblighi di prevenzione e sicurezza, a meno che non si possa dimostrare che gli interventi di adeguamento siano stati resi impossibili dal locatore.

In particolare, la sez. III della sentenza n. 30927 del 31/05/2019, precisa che “in tema di tutela della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, il principio per cui colui che subentri, in forza di un contratto di affitto di azienda, nella gestione dei locali in cui si svolga una prestazione lavorativa assume la posizione di garanzia del datore di lavoro, essendo irrilevanti le indicazioni contenute nel contratto”.

Sicurezza: contattaci per una consulenza ad hoc per te